Feed RSS

Archivi categoria: Poesia sperimentale contemporanea

Splendide trans in passerella

Dove? Dove? Dove?

In attesa di…

… dei peti di amoruccio.

Una magia di farfalle

Io seduto sulla panchina ad ammirare il paesaggio

La luce tenue del crepuscolo invade la pianura

Ed ecco davanti a me, all’ improvviso dieci, venti, trenta farfalle

Il lampione si accende

La magia del loro spettacolo viene illuminata

Le attrici nel teatro della strada e del cielo hanno i loro fari

Volano felici Volano insieme

Mi parlano della loro gioia

Possedesse la mia anima un pizzico di quella magia

Riscoprisse la mia anima quella magia dimenticata

La magia dell’infanzia

Farfalle siatemi da guida, siate il mio Virgilio

Ma non portatemi nell’ Inferno della malinconia

Conducetemi nei sentieri dorati dei miei sogni di bimbo

L’ ironico Hans

Non si ci può lamentare.

Ma che stiamo aspettando?

Comunicare

Una stella in cielo mi comunica la sua brillantezza e la sua solitudine soave

Una mela mi parla di natura e voluttà

Un paesaggio mi dà un senso di dolcezza quando è sovrastato da nuvole rose

La casa mi parla di gioia quando si è tutti insieme

Il libro di Marco Polo, è un piccolo scrigno, che mi narra di mondi lontani

Ogni cosa può dirmi del tutto

Di quella ragione, di quella bellezza

Che chiamiamo vita

METTERSI A NUDO

Mettersi a nudo in un campo nudisti è come pisciare all’ aperto durante un uragano.

(Poetessa spagnola anonima)