Feed RSS

Archivi categoria: Sessualità

Lo sport innanzitutto

Dicono che QUEL tipo di sport faccia dimagrire.

Ombelico

E’ o non è una zona erogena?

Toy-boy anche per Patty Pravo

Prava, prava!!!

Donne violente.

L’ importante è avere stile.

Preservativo

Usatelo, usatelo sempre.

L’ AIDS  è la peste del secolo.

Usatelo anche durante il cunnilingio mettendolo sulla punta della lingua (attenti a non mandarlo giù).

Etero, gay, trans, usate il condom.

(Un post sul preservativo ci sta sempre bene. Paesaggi dell’ anima il blog definitivo)

Sporcaccioni

Sporcaccioni si nasce o si diventa?

Grande quesito.

IL SOGNO DEGLI ITALIANI : PIPPA

Non è una novità.

Parliamo di sesso?

SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

ANCORAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA

OHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHHH

VENGOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

DAIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII

RITORNOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Intimo erotico – Pazza idea

Cosa risveglia in voi una mutandina sexy? Un reggipetto che lascia vedere molto seno? Una domanda per voi donne : vi eccita vedere altre donne quando sfoggiando un intimo molto erotico? L’ apertura strategica proprio nella zona pubica non vi fa venire strane voglie? E l’ apertura strategica sulla zona erogena dell’ ano? Bisogna sempre stare attenti a scegliere il partner giusto per fare certi giochi, solo così c’è un vero appagamento sessuale.

La fantasia di Hans

La paziente Gamma aveva la fantasia di essere posseduta da un soldato tedesco della Seconda Guerra Mondiale. Tutte le notti lo chiamava:”Hans, scopami, Hans, sono qui aperta per te, mio Hans!” Lo scriveva anche nei suoi appunti:”Caro Hans prendimi davanti, dietro, in bocca, Hans DEVO ESSERE TUA!!! Sempre invocherò il tuo nome!!! Sono pazza di te!!!! Non vedo più i paesaggi, vedo solo il tuo volto!!!! La mia anima è afflitta senza i tuoi caldi abbracci!!! PRENDIMIIIIIIIII!!!!”

Ma Hans era solo nella sua mente e la malattia peggiorava di giorno in giorno.

La terapia fu davvero “spericolata”. La donna , su consiglio del medico, visse per 2 anni in Germania e riuscì a dimenticare l’ Hans della sua immaginazione conoscendo tanti Hans reali.